UFOMUSEUM IN PILLOLE #1

PRIMA DEI DISCHI VOLANTI..

Il termine “dischi volanti” si è affermato dopo il 1947 come evoluzione del termine “piatti volanti” (flying saucers), coniato dalla stampa all’indomani del celeberrimo avvistamento di Kenneth Arnold avvenuto il 24 giugno di quell’anno e di solito con questa data viene indicata la nascita dell’Ufologia moderna. Ma veri e propri dischi volanti, con tutte le caratteristiche iconografiche di quelli avvistati in seguito, erano già apparsi sulle copertine di riviste di fantascienza e nei fumetti fin già dagli anni ’40 soprattutto negli Stati Uniti. Un esempio lo troviamo nel primo numero del fumetto Flash Gordon, pubblicato per la prima volta nel 1934, dove compaiono queste vignette tratte dall’edizione italiana edita lo stesso anno dalla casa editrice Nerbini

I dischi volanti sono chiamati giroscopi.

Nelle ristampe successive dello stesso fumetto, edite dopo il ’47, viene utilizzato il nuovo termine appena coniato e che si è rapidamente affermato, come si può vedere nelle vignette che seguono tratte dall’edizione italiana dei Fratelli Spada del 1964.

Da qui in poi il termine diventerà di uso comune ed ogni velivolo di strana foggia o di ignota provenienza sarà così definito.

Un altro esempio lo troviamo in Italia, in un fumetto edito nel ’45, dove addirittura i dischi volanti appaiono in copertina

All’interno troviamo due vignette che ripropongono lo stesso disegno

Questa volta i dischi volanti sono chiamati autogiri.

Solo successivamente per descrivere questi enigmatici velivoli si affermerà il termine UFO (Unidentified Flying Object), acronimo tratto dalla terminologia militare. Ma questa è un’altra storia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi